martedì 6 gennaio 2009

Riso e Latte: Una ricetta d'Infanzia

Ma quanto è buono il RisoeLatte?

Con la mia collega Eleonora abbiamo ricordato una ricetta che ci facevano da piccole, il Riso e Latte. A casa mia ci dividevano in due fazioni nette: da una parte mio papà e mio fratello che lo volevano "dolce" e dall'altra io e mia mamma che lo preferivamo "salato". La ricetta è la stessa tranne per la svolta finale, una spolverata di zucchero, cacao amaro oppure solo cacao dolce o Ovomaltina per la variante dolce, un filo di olio extra vergine di oliva e formaggio grattugiato per la variante salata.

Riso e Latte
In una casseruola antiaderente mettere due pugni di riso (tipo Arborio) a persona più uno per la pentola, versare latte fresco intero fino a coprire e sorpassare il riso di circa 3 dita e una presa di sale marino integrale grosso. Accendere il fuoco e portare a bollore, in questa fase controllare molto bene, perché il latte tende a fuoriuscire, abbassare il fuoco e cuocere finché il riso è al dente. La cottura dovrà avvenire per assorbimento. Nell'evenienza che il latte non sia abbastanza per portare a cottura il riso si può aggiungere dell'acqua bollente, poca per volta. Il risultato deve essere un riso all'onda, cremoso ma non liquido. Spegnere il fuoco, aggiungere un pezzettino di burro e coprire con un coperchio per completare la mantecatura. Dopo qualche minuto girare il riso e disporlo nei piatti, ultimando con una delle due varianti secondo il proprio gusto. A me piace con una bella spolverata di Grana Padano grattugiato e un bel giro di olio extra vergine di oliva, ah che bontà....

2 commenti:

MD ha detto...

Ma sai che buoni ricordi mi sono riaffiorati leggendo questo "articolo"?

mk ha detto...

Anche a me. Il gusto e l'olfatto riescono a volte a spalancare inaspettate porte dei ricordi. Prova a cucinarlo, la casa si riempirà di un profumo dolce e delicato, il riso e il latte che cuociono, e quando lo mangierai... fammi sapere. Buon tuffo! mk.