domenica 15 agosto 2010

Torta 15 agosto: Taragna al cioccolato

Da qualche giorno ho il forno nuovo. Che bello! Oggi fa freddo e sdraiata sul lettino a prendere il sole sul balcone, con coperta e maglione a collo alto, sento un profumino di torta... sembra di essere in alta montagna, o quasi...
Non ho farina in casa, e non potrei mangiarne, cosa mi invento, cosa mi invento...

Ho acceso il forno su ventilato a 200 gradi.
Ho messo un po' d'acqua a bollire e quando si sono formate le bollicine ho versato a pioggia farina per polenta taragna (metà grano saraceno e metà granoturco) con la frusta sbatto bene di modo che non si formino grumi. Metto un pèizzico di sale. Raggiunta la consistenza di una polenta morbida ho versato un po' di latte per renderla ancora più liscia, dopo un po' ho aggiunto: qualche cucchiaio di orzo solubile, cacao amaro, miele di castagno, zucchero, uno spruzzo di grappa e uno di Baileys. Ho girato ancora bene e ho riversato il tutto in una tortiera foderata con carta forno. Il forno nel frattempo ha raggiunto la temperatura. Taglio a pezzetti circa 50 grammi di burro e li infilo nella superficie della torta. Spolverizzo con zucchero semolato. Imposto il timer a 45 minuti e posiziono la torta sulla griglia in basso. Vediamo come viene. Il profumo promette bene... 

3 commenti:

Occhi di Notte ha detto...

Com'è venuta? Intanto ben tornata!

Anonimo ha detto...

Carissima,
"passavo di qui" perche' ormai sei nel mio cuore e ti penso spesso, e cosi' ho visto che hai ripreso a scrivere! Che bello!
Ma come e' venuta la torta?
Io avrei aggiunto anche un po' di noci, noci e miele formano un connubio perfetto, come dire YING/YANG...Un abbraccio
stella ;-)

mk ha detto...

Grazie per il ben tornata occhi di notte, la torta è venuta buonina, la farina di grano saraceno ha donato un lieve retrogusto definito di segatura... la prossima volta uso solo farina di mais. Ottima idea stella (anche io ti penso spesso), noci o pinoli o mandorle, le avevo anche in casa, non ci ho pensato... grazie a tutte e due!